Screening ginecologico e senologico: quando e perché farlo

Uno screening ginecologico e senologico è indicato per evidenziare tempestivamente eventuali problematiche all’apparato genitale femminile e al seno.

Attraverso controlli periodici e regolari è possibile avviare quel processo definito “prevenzione”. “Prevenzione: azione diretta a impedire il verificarsi o il diffondersi di fatti non desiderati o dannosi”. La definizione stessa della parola prevenzione ci mostra l’importanza di mettere in atto, sin dalla più tenera età, una strategia di difesa e mantenimento del nostro stato di salute.

In ambito ginecologico l’efficacia dell’attività costante di screening è ampiamente riscontrata: l’identificazione precoce di malattie quali tumori ginecologici o infezioni da virus HPV (papilloma virus) è la migliore strada per una sicura guarigione.

Attività di monitoraggio e screening consigliate per le donne

La prevenzione è anche educazione a prendersi cura di sé: deve iniziare in giovane età e durare per tutta la vita.

Per le donne giovani o adulte, vengono consigliate alcune attività di monitoraggio e screening che variano a seconda della fascia di età:

  • dai 12 anni (pubertà e adolescenza)
  • da 20 a 40 anni (età fertile)
  • dopo i 40 anni (pre-menopausa)
  • dopo i 50 anni (menopausa)

Prevenzione donna dai 12 anni (pubertà e adolescenza)

Il periodo della pubertà e dell’adolescenza è un periodo delicato perché segna il passaggio dall’infanzia all’età adulta.
Per questo è importante iniziare a prendersi cura di sé e a effettuare le prime visite di controllo:

  • prima visita ginecologica
  • vaccinazione HPV Papilloma virus umano

Prevenzione donna da 20 a 40 anni (età fertile)

Dai 20 anni ai 40 anni è il periodo di massima fertilità della donna che richiede controlli e visite più frequenti, tra cui:

  • visita ginecologica annuale, completa di ecografia transvaginale
  • Pap Test (per le donne dai 20 ai 30 anni, da ripetere ogni 3 anni)
  • HPV-Dna test (per le donne sopra i 30 anni, da ripetere ogni 5 anni)
  • visita senologica annuale, completa di ecografia mammaria (dai 30 anni)

Prevenzione donna dopo i 40 anni (pre-menopausa)

Dopo i 40 anni comincia il cosiddetto periodo della pre-menopausa, un periodo di transizione che precede la menopausa vera e propria.
La donna inizia a subire i primi scombussolamenti del ciclo e ad avere ripercussioni anche a livello psicologico ed emotivo. In questo periodo si consiglia:

  • visita ginecologica annuale, completa di ecografia transvaginale
  • HPV-Dna test (da ripetere ogni 5 anni)
  • visita senologica annuale, completa di ecografia mammaria e mammografia

Prevenzione donna dopo i 50 anni (menopausa)

Dopo i 50 anni inizia il periodo della menopausa, il ciclo mestruale è sparito da almeno un anno e avviene di conseguenza la fine della fertilità.
È importante continuare a controllare e a prendersi cura della propria salute.
Consigliamo dopo i 50 anni di effettuare una:

  • visita ginecologica annuale, completa di ecografia transvaginale
  • visita senologica annuale, completa di ecografia mammaria completa di ecografia mammaria e mammografia

Di norma sono queste le attività di monitoraggio e screening consigliate.
Se, però, noti sanguinamenti, perdite vaginali anomale, dolore o gonfiore addominale, dolore durante i rapporti, alterazione del ciclo mestruale, non aspettare il controllo annuale ma rivolgiti immediatamente al tuo ginecologo di fiducia.

Inoltre, impara come effettuare l’autopalpazione del seno per monitorarne tu stessa la salute e attivarti immediatamente in caso riscontrassi anomalie.

E tu hai cominciato il tuo percorso di prevenzione? Scopri come fare in Gcs Point.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email