Finalmente in vacanza, e insieme all’amico a quattro zampe

Uno dei temi più caldi in questo periodo è legato alle vacanze, da organizzare in tempo di Covid e di Green Pass. Un argomento che si arricchisce di ulteriori spunti se ad essere coinvolti sono anche i compagni di vita a 4 zampe che in Italia sono 60 milioni, presenti nel 40% delle famiglie,  con un rapporto 1: 1 con la popolazione umana. Secondo il Rapporto Assalco Zoomark, il 46% degli italiani viaggia con i propri pet.

Dopo mesi chiusi in casa, anche i compagni di vita a 4 zampe meritano un po’ di libertà all’aria aperta da trascorrere insieme alla propria famiglia. Per poter vivere questi momenti a cuor leggero è bene rispettare un semplice vademecum stilato dagli esperti.

A dare utili suggerimenti è il veterinario Giulia Principi, Direttore Sanitario del Centro Ca’ Zampa Roma al centro commerciale Maximo, il primo centro della Capitale pensato per il benessere degli animali domestici.

“Il primo passo è prestare attenzione alle misure di sicurezza predisposte nella struttura alberghiera che si intende scegliere: distanza di sicurezza, prenotazione e regole di accesso negli spazi comuni – avverte la dottoressa Principi -. Per chi invece decide di trascorrere le vacanze in una casa privata, è bene accertarsi che ci sia abbastanza spazio per una serena convivenza a quattro zampe”.

Altro tema di primaria importanza è quello dei documenti. In un momento in cui il tema dei vaccini per la salute umana è di stretta attualità, è bene non dimenticarsi neppure quelli per l’amico a 4 zampe, seppure di natura diversa. È infatti sempre opportuno portare con sé il libretto delle vaccinazioni e il certificato di buona salute. Se si va all’estero è obbligatorio il vaccino per la rabbia, fatto almeno un mese prima della partenza e propedeutico al rilascio del passaporto, oltre all’obbligo di inserimento del microchip.

Come siamo ormai abituati con la salute umana, anche per gli animali domestici è bene agire nella logica della prevenzione, seguendo una corretta profilassi pre-partenza.

“Prima di partire è bene prendere un appuntamento con il proprio veterinario – spiega Principi –  per una visita di controllo generale. Consiglio un controllo al sistema cardiocircolatorio e allo stato della pelle, orecchie e polpastrelli. Potrebbe essere utile un ultimo trattamento anti parassitario, si raccomanda inoltre di eseguire test Filaria e/o Leishmania e un rapido check up dermatologico per controllare cute e mantello”.

Attenzione infine ai nemici dell’estate, in agguato anche in vacanza: i parassiti, che vanno debellati con dei prodotti repellenti.

Una volta fatto tutto questo, non resta che iniziare il conto alla rovescia per vacanze al mare o ai monti a 6 zampe!

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email