Come prepararsi a viaggiare in auto col cane e il gatto

Arriva la bella stagione e con lei le gite all’aria aperta e le vacanze da condividere con il nostri amici animali. Bastano solo alcuni accorgimenti affinché viaggino comodamente con noi.

Sicurezza

Il cane ed ancor di più il gatto, non possono viaggiare sciolti. Devono essere contenuti in un trasportino. Se abbiamo un cane di medie-grandi dimensioni, possiamo optare per il posizionamento di una rete divisoria, tra noi e la parte posteriore dell’auto, o di una cintura di sicurezza per cani che viene agganciata ad una apposita imbragatura e alle cinture dei sedili posteriori dell’auto.

Senza ansia né mal d’auto

Una visita dal proprio veterinario di fiducia, prima di mettersi in viaggio, è d’obbligo per verificare la salute dell’animale e prevenire spiacevoli sorprese. Con lui potrete adottare il metodo migliore per affrontare il viaggio.

Ricordate che anche gli animali soffrono di mal d’auto: date l’ultimo pasto un paio d’ore prima della partenza e se indicato somministrare un antiemetico.

Si possono avere individui ansiosi, in quel caso si possono adottare soluzioni naturali come la valeriana o la passiflora, fino all’utilizzo di farmaci ansiolitici. Per i gatti in particolar modo preparare il trasportino tenendolo qualche giorno nel posto da loro preferito, mettere al suo interno la loro copertina preferita con giochini per renderlo più confortevole.

Viaggiare freschi

Se possibile viaggiare nelle ore più fresche. Durante il viaggio, anche se abbiamo l’aria condizionata accesa, è bene ossigenare l’ambiente aprendo ogni tanto i finestrini. Attenzione però a non fare affacciare il cane per evitare otiti e o congiuntiviti.

Pause

Fare intervalli regolari ogni 2 ore circa per sgranchire le zampe, idratare e far fare i bisogni al nostro cane. Ricordiamoci di parcheggiare all’ombra, quando possibile, e di lasciare i finestrini leggermente aperti. NON lasciare MAI il cane o il gatto in auto.

Fine viaggio

Arrivati a destinazione facciamo familiarizzare il nostro pet con l’ambiente circostante, diamogli da mangiare e bere e facciamolo giocare. Il divertimento ed il benessere è fondamentale per fargli capire che ha superato la prova e per consentirci di ripetere l’esperienza sempre con maggior facilità.

Per gatti viaggiatori possono essere utili all’arrivo l’utilizzo di ferormoni che emanino “messaggi di benessere”.

Documenti

Abbiate sempre i documenti in regola. Per muoversi all’interno dell’Unione Europea è necessario portare con sé il passaporto per animali domestici. Il microchip è fondamentale in caso di smarrimento o incidente anche sul territorio nazionale.

Infine, ricordiamoci, qualunque sia la meta, di accertarci prima che il nostro amico animale sia il benvenuto.

Testo curato da Valentina Panni, Medico Veterinario – Direttore Sanitario Ca’ Zampa Roma

Condividi